Meglio matti che scemi

Il simplicissimus

TsoCi si doveva pur immaginare che prima o poi contestare  una pestilenza nella misura assurda e distruttiva voluta dal potere, sarebbe stato considerato segno di follia: non potendo difendere in maniera razionale il coacervo di bugie e numeri falsati dati in pasto alla popolazione perché si chiudesse in casa e non reagisse alle razzie dei grandi ricchi e al tentativo di realizzare le loro oscene distopie, non c’è altra strada che condannare qualche eretico isolato marchiandolo come pazzo perché infedele alla nuova religione della paura. E’ accaduto come abbiamo letto tutti a un tal Dario Musso che nella lontana Ravanusa, cittadina che potrebbe benissimo essere stata inventata da Camilleri,  è andato in giro col megafono a gridate ciò che tutti potrebbero vedere, ma si rifiutano di vedere, l’imperatore nudo ossia una sedicente pandemia, meno grave di molte delle ventate di influenza che annualmente circolano per il globo, ma tuttavia contrabbandata…

View original post 584 altre parole

Giù la mascherina, inizia la quaresima

Il simplicissimus

imagesNon ci vuole tanto a capire che l’armata pandemica e la sua tracotante sicurezza nel produrre paura e lanciare balle sta lentamente cedendo nonostante i colpi di coda che tenta attraverso qualche task force raccogliticcia fra i migliori mentecatti in circolazione o qualche sindaco da expò della malafede. Si sente nell’aria che chi ha collaborato sul coté medico scientifico a creare lo stato di angoscia, a mettere in mora la Costituzione e a causare danni immensi al Paese, comincia a fabbricare ponti per la ritirata: ha aperto le danze il direttore dell’Istituto Mario Negri, Giuseppe Remuzzi, uno dei più considerati ricercatori italiani e personaggio fuori della ignobile gara dei virologi tronisti il quale dice che il virus è cambiato, che i malati presentano sintomi diversi e meno gravi, che non richiedono terapie intensive: “sembra di essere di fronte a una malattia molto diversa da quella che ha messo in crisi…

View original post 790 altre parole

Accordo Iran: i generali contro Netanyahu

Il simplicissimus

Iran_Bomb_Main_pic_1Quaranta milioni dollari non sono pochi ed è tuttavia la cifra spesa fino ad dalla lobby Aipac  (American Israel Public Affairs Committee) per tentare di convincere i congressisti Usa a bloccare l’accordo con l’Iran a settembre. Non è facile perché Obama ha già detto che porrà il veto in caso di bocciatura e occorrerà una maggioranza di due terzi del congresso per superarlo. Così campagne di stampa e pubblicitarie si accavallano in 35 stati dell’unione e vengono organizzati tour in Israele per 58 parlamentari. Questo senza contare altre decine di milioni promessi dal magnate dei Casinò Sheldon Adelson, per il medesimo scopo.

La cosa straordinaria è che lo sforzo estremo di Netanyahu per sabotare l’accordo sembrerebbe del tutto paradossale visto che proprio l’altro giorno il capo di stato maggiore dell’esercito israeliano, Gadi Eizenkot,  ha lanciato un appello, firmato tra l’altro da 40 generali, perché il governo accetti il patto sul nucleare di Teheran. Nell’appello che…

View original post 474 altre parole

Hello world!

Welcome to WordPress.com. After you read this, you should delete and write your own post, with a new title above. Or hit Add New on the left (of the admin dashboard) to start a fresh post.

Here are some suggestions for your first post.

  1. You can find new ideas for what to blog about by reading the Daily Post.
  2. Add PressThis to your browser. It creates a new blog post for you about any interesting  page you read on the web.
  3. Make some changes to this page, and then hit preview on the right. You can always preview any post or edit it before you share it to the world.